DCS: AV-8B Night Attack V/STOL by RAZBAM

Home > E-Shop > Moduli > DCS: AV-8B Night Attack V/STOL
DCS: AV-8B Night Attack V/STOL

Il progetto AV-8B nasce nei primi anni ‘70 con l’obiettivo di affrontare i limiti operativi dell’AV-8A Harrier di prima generazione, puntando a migliorare drasticamente le capacità e le prestazioni dei primi AV-8A. L’AV-8B effettuò il proprio volo inaugurale nel Novembre 1981 ed entrò in servizio con il Corpo dei Marines degli Stati Uniti (USMC, United States Marine Corps) nel Gennaio 1985. In seguito si è evoluto nell’AV-8B N/A (Night Attack) e nell’AV-8B Harrier II Plus.

Il primo volo dell’AV-8B in configurazione modificata per l’attacco notturno si svolse il 26 Giugno 1987. Le consegne all’USMC iniziarono nel Settembre 1989 al VMA-214 con base a Yuma, in Arizona. Le unità di supporto basate a Yuma ricevettero i loro AV-8B Night Attack entro la fine del 1992. La variante AV-8B N/A (chiamata in origine AV-8D) ebbe il primo dispiegamento operativo nel 1984, dove venne fatto uso del NAVFLIR (telecamera per la visione frontale e la navigazione ad infrarossi, costituita da un sistema FLIR GEC-Marconi installato nel muso) per le operazioni notturne. Inoltre, il pilota era dotato degli occhiali per la visione notturna GEC Cat’s Eyes, nonché di un abitacolo aggiornato con display multifunzione (MFD, Multi Functional Display) a colori e una mappa mobile digitale su schermo CRT che consentivano una completa capacità operativa “a testa bassa (heads-down)”. L’AV-8B N/A è dotato di quattro dispenser di contromisure Tracor ALE-39 nella parte superiore e di due dispenser ALE-39 nella parte inferiore del retro della fusoliera. Dispone inoltre di una versione aggiornata del motore turbofan a spinta vettoriale Rolls-Royce Pegasus 11-61 (F402-RR-408).

Oggetto di questa simulazione a fini di studio è l’AV-8B N/A Bureau Number (BuNo) 163853 e superiori, che sono le varianti più recenti di questa versione dell’AV-8B dalle ampie capacità.

Le caratteristiche principali di DCS: AV-8B Night Attack V/STOL by RAZBAM comprendono:

  • Modello di volo avanzato che offre prestazioni e caratteristiche di volo di un aereo a decollo ed atterraggio verticale (VTOL, Vertical Takeoff and Landing) realistiche.
  • Modello 3D esterno molto dettagliato e texture con animazioni.
  • Abitacolo estremamente dettagliato e con supporto alla visuale a 6 gradi di libertà (6 DOF, 6 Degrees Of Freedom), con texture ad alta risoluzione, specular e bump mapping e controlli interattivi tramite il mouse.
  • Modellazione altamente realistica dei sistemi dell’aereo, inclusi sistema elettrico, di alimentazione carburante, idraulico, luci, motore e navigazione e che comprende:
    • Sistema di controllo digitale del motore (DECS, Digital Engine Control System)
    • Sistema automatico di alimentazione carburante
    • Sistema di rifornimento in volo
    • Sistema di alimentazione elettrica
    • Illuminazione esterna
    • Illuminazione interna
    • Sistema di erogazione della pressione idraulica
    • Sistema di controllo del volo (FCS)
    • Display “a testa alta” (HUD)
    • Pannello di controllo frontale (UFC)
    • Unità display per le opzioni (ODU)
    • Display a colori multifunzionale (MPCD)
    • Computer VREST (per il volo a reazione)
    • Computer per i dati relativi all’aria (ADC)
    • Sistema di controllo ambientale (ECS)
    • Sistema di bordo per la generazione dell’ossigeno (OBOGS).
  • Armi, sensori e sistemi di difesa realistici, inclusi:
    • Pod per il cannone aria-aria e aria-terra a 5 canne rotanti GAU-12 Equalizer da 25 mm. (0.984 pollici)
    • 6 stazioni con piloni subalari con capacità di carico bellico fino a 9.200 libbre (4.200 kg.), compresi:
    • Missili a guida infrarossa AIM-9 Sidewinder o simili
    • Missili aria-superficie AGM-65 Maverick
    • Bombe non guidate della serie Mark 80 (comprese le bombe da addestramento da 3 kg. [6.6 libbre] e 14 kg. [31 libbre])
    • Bombe a guida laser (LGB) della serie Paveway
    • JDAM (Joint Direct Attack Munition) GBU-38, GBU-32 e GBU-54
    • Bombe a grappolo (CBU) Mark 20
    • Pod LITENING per il puntamento dei bersagli AN/AAQ-28V
  • Pod per le contromisure elettroniche (ECM) ALQ-164
  • Varie livree
  • Manuale operativo dettagliato e guida tascabile
  • Missioni di azione immediata, singole e di addestramento
  • Rappresentazione dettagliata della USS Tarawa (LHA-1), nave di punta della sua classe

Per maggiori informazioni e supporto, visita: RAZBAM

STEAM Incompatible
Keyless product

Requisiti di sistema minimi (dettagli grafici BASSI): Sistema operativo Windows 7/8/10 a 64 bit, DirectX 11, CPU: Intel Core i3 a 2.8 GHz o AMD FX, RAM: 8 GB (16 GB per missioni pesanti), spazio libero su disco: 60 GB, scheda video dedicata NVIDIA GeForce GTX 760 / AMD R9 280X o superiore, richiede attivazione via Internet.

Requisiti di sistema consigliati (dettagli grafici ALTI): Sistema operativo Windows 8/10 a 64 bit, DirectX 11, CPU: Intel Core i5+ a 3+ GHz o AMD FX / Ryzen, RAM: 16 GB (32 GB per missioni pesanti), spazio libero su disco: 120 GB su disco a stato solido (SSD), scheda video dedicata NVIDIA GeForce GTX 1070 / AMD Radeon RX VEGA 56 con 8 GB di VRAM o superiore, joystick, richiede attivazione via Internet.

Requisiti consigliati per sistemi VR (dettagli grafici VR): Sistema operativo Windows 8/10 a 64 bit, DirectX 11, CPU: Intel Core i5+ a 3+ GHz o AMD FX / Ryzen, RAM: 16 GB (32 GB per missioni pesanti), spazio libero su disco: 120 GB su disco a stato solido (SSD), scheda video dedicata NVIDIA GeForce GTX 1080 / AMD Radeon RX VEGA 64 o superiore, joystick, richiede attivazione via Internet.

Questo prodotto può essere scaricato ed installato attraverso il gestore dei moduli di DCS World. Se non hai installato DCS World, puoi scaricare il software per l’installazione via web cliccando su questo link. Se la descrizione del prodotto non contiene informazioni specifiche in merito alla versione di DCS World da installare, è sufficiente installare sul PC la versione “Stable” di DCS World 2.5.


FOLLOW US